Mercoledì, 13 Dic 2017
 
 
Home Il territorio
Il territorio
PDF Stampa E-mail

sorgonovedutaperarticolo"Sembrava quasi di essere arrivati in qualche piccola cittadina inglese dell'Ovest" scrisse di Sorgono lo scrittore inglese D.H.Lawrence in un suo viaggio in Sardegna nel 1921. A più di mezzo secolo di distanza il paese porta ancora un'impronta di centro operoso "capitale" del Mandrolisai. Risiedono a Sorgono la Cantina Sociale dove confluiscono le uve del vino D.O.C. Mandrolisai, gli uffici del Tribunale, l'azienda ASL n° 3 di Nuoro con l'Ospedale Civile S. Camillo, la stazione ferroviaria capolinea del trenino verde, il liceo scientifico e l'Istituto agrario, diversi altri uffici pubblici e non al servizio dei cittadini.

Il territorio comunale è costituito dal 65% di boschi e acque sorgive e presenta un accostamento unico di attrattive naturali e segni del passato: in un lungo percorso si snodano decine di nuraghi, domus de janas, menhirs, chiese campestri...

Nel centro storico del paese si possono ancora ammirare, perfettamente conservate, alcune case di epoca gotico-aragonese, a testimonianza dell'importanza del paese sin dalla dominazione spagnola. Nel XIV e XV secolo il paese fu capoluogo della Curatoria del Mandrolisai del Giudicato di Arborea, e per due secoli e più fu governata da autorità locali come "Signoria Utile".

A pochi minuti dal paese si erge in perfetto stato di conservazione il santurario campestre di S. Mauro costruito nel '500. Collocata nell'esatto centro geografico della Sardegna,  rappresenta una delle più grandi chiese di questo genere nell'isola. Famoso il suo elegante rosone gotico che si inserisce in una più rustica facciata di forma quadrata. Presso il santuario, ancora oggi si svolge la Sagra di S. Mauro che da sempre ha attirato l'attenzione degli abitanti dell'intera isola.